martedì 27 agosto 2013

Decreto di diecimila ingressi in Italia per stranieri

Ecco il decreto firmato dal Ministro del lavoro Enrico Giovannini pubblicato in Gazzetta Ufficiale: prevedi l'ingresso di diecimila cittadini stranieri che potranno venire a imparare un mestiere in Italia: MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 16 luglio 2013 Determinazione del contingente annuale 2013, relativo all'ingresso di cittadini stranieri per la partecipazione a corsi di formazione professionale e tirocini formativi.
 [[ IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI
 Considerato che, alla data del 30 giugno 2013, non e' stato ancora pubblicato il decreto di programmazione annuale del contingente di cui all'art. 44-bis, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica n. 394/1999 e successive modificazioni, ne' il decreto di programmazione triennale di cui all'articolo 9, comma 8, del decreto legge 28 giugno 2013, n. 76
 Decreta:
 Art. 1 1. Per l'anno 2013 il limite massimo di ingressi in Italia degli stranieri in possesso dei requisiti previsti per il rilascio del visto di studio e' determinato in:
 a) 5000 unita' per la frequenza a corsi di formazione professionale finalizzati al riconoscimento di una qualifica o alla certificazione delle competenze acquisite di durata non superiore a 24 mesi, organizzati da enti di formazione accreditati secondo le norme dell'articolo 142, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
 b) 5.000 unita' per lo svolgimento di tirocini formativi e d'orientamento promossi dai soggetti di cui all'articolo 2, comma 1, del decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale 25 marzo 1998, n. 142, in funzione del completamento di un percorso di formazione professionale.]] (copiato da Gazzetta Ufficiale)
Ripartizione alle Regioni e Province Autonome delle quote d’ingresso per lo svolgimento di tirocini formativi e d’orientamento da parte di cittadini stranieri

lunedì 26 agosto 2013

Italiani all'estero

Quanti Viaggiatore Italiani all'estero ???



L'Osservatorio Nazionale del Turismo (ONT) Nello svolgimento dei propri compiti, l’Osservatorio si avvale di soggetti istituzionali con i quali ha costituito un partenariato, anche stipulando accordi, convenzioni e protocolli. Si tratta in particolare di Istat (Istituto Nazionale di Statistica), Banca d’Italia e Unioncamere (Unione italiana delle Camere di Commercio), soggetti che producono statistiche su diversi aspetti del fenomeno turistico, in linea con i rispettivi obiettivi e compiti istituzionali.
Foto "Tunisia amore mio"

venerdì 16 agosto 2013

mercoledì 7 agosto 2013